JavaScript ist in Ihrem Browser deaktiviert. Ohne JavaScript funktioniert die Website nicht korrekt.
Top

Obiettivi

1. Politica

1.1 Obiettivi

  • Evidenziare il significato della caccia per il bosco.
  • Evidenziare il significato di quantità sostenibili nei boschi di ungulati e di grandi predatori (lince e lupo).
  • Promuovere la comprensione della gestione della fauna selvatica.
  • Limitare, ove necessario, eventuali danneggiamenti dovuti all’uso dei boschi da parte di terzi (es. tempo libero, sport, energia).

2. Formazione e aggiornamento

2.1 Obiettivi

  • I cacciatori e i guardiacaccia riconoscono le relazioni ecologiche tra bosco/fauna selvatica/habitat come principio centrale per la valutazione della situazione del bosco e della fauna selvatica.
  • Il servizio forestale e i proprietari dei boschi conoscono il comportamento degli ungulati e i motivi del loro cambiamento in negativo. Essi capiscono la caccia e le sue condizioni generali.
  • Le cacciatrici e i cacciatori capiscono il concetto di costruzione del bosco e la volontà di modificarne le quantità di fauna selvatica. Essi comprendono quali quantità di fauna selvatica sono sostenibili in base alla situazione boschiva e in che modo ottenerle.
  • I responsabili dei boschi e i cacciatori possono valutare gli effetti negativi dell’uso del bosco da parte di terzi e conoscono le misure possibili per la loro prevenzione.

3. Lavoro/Informazione per il pubblico

3.1 Obiettivi

  • Gli attori di bosco, caccia e ambiente sono informati degli obiettivi e dello scopo del Gruppo di Interesse BoscoSelvaggina. I gruppi target sono: il servizio forestale, i cacciatori, l’amministrazione venatoria e le organizzazioni non governative.
  • Il pubblico capisce la relazione tra caccia e bosco, il significato degli ungulati e dei loro predatori per il bosco, nonché l’importanza della presenza di una giusta quantità di ungulati per la rigenerazione naturale del bosco.